La pelle

La pelle è l'organo più esteso del corpo umano e si sviluppa formando una copertura di protezione, che isola il corpo e lo difende da elementi esterni come il freddo, il calore, gli urti e tutto ciò che potrebbe danneggiarci. Non capita spesso di pensare all’importanza di quest’organo, senza il quale, non potremmo vivere. Se ne fossimo sprovvisti, infatti, saremmo esposti a una moltitudine di microorganismi e agenti patogeni che potrebbero mettere a rischio la nostra stessa sopravvivenza. La pelle è formata da tre strati: l'epidermide (la più esterna), il derma (strato intermedio) e l'ipoderma (più profondo).

La nostra pelle “cambia” continuamente, infatti, circa ogni 28 giorni l'epidermide si rinnova completamente. La parte più esterna è formata da cellule chiamate cheratinociti che, a seconda dello spessore dell'epidermide vanno trasformandosi. Quando raggiungono la superficie, e hanno già perso il loro nucleo cellulare, ricevono il nome di corneociti, che staccandosi quotidianamente facilitano il rinnovamento delle cellule cutanee. La parte intermedia, il derma, è formato da fibre di collagene che rinforzano la struttura cutanea e da fibre elastiche, che come dice la parola stessa, danno elasticità alla pelle. Infine la zona più profonda, l'ipoderma, consta essenzialmente di cellule di grasso chiamate adipociti, la cui funzione è quella di essere il serbatoio energetico, di dare isolamento termico al corpo e fornire protezione contro grandi e piccoli traumi.

Nella pelle, sono presenti anche alcuni elementi caratteristici e diversi tra loro chiamati annessi cutanei: i follicoli filosebacei, le ghiandole sudoripare e le unghie. I follicoli filosebacei sono formati da peli, ghiandole sebacee e un muscolo erettore che tende i peli ed è responsabile del loro movimento, come per esempio, quando avvertiamo brividi di freddo. I peli hanno una funzione di regolatore termico per il freddo e per il caldo. Mentre le ghiandole sebacee producono sebo che formerà parte del manto idrolipidico della pelle e aiuterà a proteggerla e a mantenere il suo Ph acido.

Le ghiandole sudoripare possono essere di due classi: le più piccole chiamate eccrine; le più grandi chiamate apocrine. Le prime producono il sudore e, pertanto, aiutano la termoregolazione della pelle “rinfrescando” il corpo, mentre le seconde sono responsabili dell'odore corporeo caratteristico di ogni persona.

L’ultimo annesso cutaneo, ma non per importanza, sono le unghie, che ci aiutano a fare azioni delicate come cucire un bottone, infilare un ago o altre operazioni come alleviare il prurito o difenderci in caso di aggressioni. Inoltre, possono essere degli eccellenti “campanelli d’allarme” biologici, quando sono più fragili indicano una carenza di vitamine e alcuni cambiamenti morfologici segnalano la presenza di malattie più o meno gravi.

Vista l'importanza della pelle per la vita umana, è fondamentale prendersene cura e proteggerla nel miglior modo possibile, come per esempio, con una corretta esposizione al sole. Esistono diversi tipi di pelle: grassa, secca o mista, e gradazioni differenti della stessa. Secondo Thomas B. Fitzpatrick, della Harvard Medical School, ci sono sei fototipi di pelle che vanno da 1 a 6, dalla pelle più chiara che si brucia subito e non si abbronza, fino alla pelle più scura o nera. Quanto più bassa sarà la gradazione della pelle, tanto più sarà necessario curarla e proteggerla contro le radiazioni solari.

Perché è necessaria tutta questa protezione? Per prevenire malattie cutanee potenzialmente gravi, dovute all'eccesso di esposizione solare, come la cheratosi attinica o in casi più gravi, il melanoma. Quindi per curare e prevenire i possibili danni del sole sulla pelle, si dovrà provvedere periodicamente a un controllo accurato ed efficace. Il medico in generale e il dermatologo in particolare, così come infermieri e farmacisti, potranno essere d'aiuto nel compito di spiegare come dovrà essere realizzato l’esame per essere realmente efficace e utile. Come sempre, in medicina la prevenzione è alla base e dobbiamo sentirci tutti coinvolti in questo progetto continuo per raggiungere l’obbiettivo di salvaguardare la nostra salute.

Questo sito Web fa uso di cookies

I cookies ci aiutano a comprendere meglio in che modo l’utente utilizza il nostro sito Web; visualizzano applicazioni e funzionalità, ottimizzano la vostra esperienza sul sito Web, vi assegnano un codice di identificazione univoco, vi aiutano a ricordare il vostro ID utente e la vostra password quanto tornate a visitare il sito Web. Inoltre, ci permettono di generare informazioni statistiche. Per conoscere la nostra politica sui cookies, fate clic qui.”